Condividi:

Il mio contributo al libro “Felicità, che stress” di Antonella Ruperto.

SERENDIPITY… felici scoperte per puro caso, trovare una cosa bella, imprevista, mentre se ne stava cercando un’altra.

Una gioia inattesa, che non è solo nei film, che possiamo scovare nella vita di tutti i giorni, se solo ci facciamo caso. Questo bellissimo concetto, l’intuizione casuale, significa anche predisporsi a uno stato d’animo nuovo, all’accoglimento della sorpresa.

Antonella è stata la mia “serendipity” durante il difficile periodo del lockdown. Da un messaggio scambiato per puro caso è nata una profonda stima e una sinergia che mi ha effettivamente cambiato la vita, in positivo, senza che io l’avessi realmente cercata.

Il bene che genera bene. Un virtuosismo meraviglioso.

“La vita è come un eco: se non ti piace quello che ti rimanda, devi cambiare il messaggio che invii.” James Joyce

Sono una business coach specializzata nel turismo e mi occupo di supportare gli imprenditori del settore travel a trovare la propria unicità per distinguersi e rilanciare la propria attività.

E’ chiaro a tutti che dobbiamo ripartire, riprenderci, rimettere in moto la “macchina della vita”. Siamo coscienti che ci saranno ancora difficoltà e rallentamenti ma dobbiamo essere carichi per poterli superare. Non dobbiamo perdere un secondo, nemmeno uno. Rimbocchiamoci le maniche, questo è il mantra.

“L’nnovazione vera? La felicità” scrive la rivista Millionaire di luglio.

Unire business e benessere è la vera sfida, per essere produttivi. L’energia collettiva, l’impegno e la creatività si trasformano nella soddisfazione del cliente e nella fidelizzazione.

Ciò di cui siamo convinti influenza il nostro cervello, sul lungo periodo le nostre convinzioni definiscono il nostro destino.

Le regole di base?

– I problemi si possono risolvere e i sogni si possono realizzare

– Se un problema non si può risolvere è un aspetto della vita, come la forza di gravità o la morte

La realtà è sotto gli occhi di tutti, non possiamo nasconderla a nessuno, tantomeno a noi stessi. Dobbiamo però ripartire.

Se hai voglia di rivincita, vuoi tornare a rendere felici i tuoi clienti, concretizza la tua mission. Fallo, non dirlo e basta. Mettiti in pista, scaccia le paure, sii accorto ma non terrorizzato.

Il mondo sta attraversando una crisi economica enorme.

E’ solo un danno?

Io dico di no.  La crisi arriva per mettere in dubbio le nostre certezze, la nostra identità e, spesso, ci conduce verso un bisogno di rinnovamento, a riscoprire la nostra autenticità e le risorse innate che nemmeno pensavamo di avere.

Ci saranno le migliori opportunità in assoluto, bisogna stringere i denti ed avere pazienza. Se guardiamo alle più grandi crisi del passato, sono state le occasioni che hanno permesso a molte persone di trasformare la loro vita, creare business e successo. Il dopoguerra è un esempio lampante di queste opportunità.

Quando tutti scappano, hanno paura di osare, sfrutta il momento e tira fuori il meglio.

Corri mentre gli altri camminano. Comincia a fare qualcosa. Subito.

Non si diventa più forti se si scelgono le soluzioni semplici. Tutti sbagliamo e abbiamo momenti difficili: è intrinseco nel processo umano di crescita. La chiave è questa: una caduta non è mai definitiva se non siamo noi a decidere di restare a terra.

#RestartYourTravel cogli le tue serendipity e… Have Fun!

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *